Ilaria Boiano

Ilaria Boiano, attivista femminista, fa parte dell’ufficio legale dell’associazione Differenza Donna di Roma e dell’ASGI- Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione. Lavora come avvocata specializzata nella difesa dei diritti delle donne nel processo penale e nell’assistenza alle donne migranti. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Diritto penale penale presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa con una tesi sul discorso giuridico penale in materia di violenza maschile nei confronti delle donne, pubblicata da Ediesse nella collana “sessismo&razzismo” con il titolo Femminismo e processo penale (2015). Ha di recente concluso il progetto di ricerca Gaps- Gendering Asylum Protection System, finanziato dal Feminist Review Trust. La sua ultima pubblicazione è Un percorso attraverso la giurisprudenza dei sistemi regionali di tutela dei diritti umani nel volume “Stupri di guerra e violenza di genere” (Ediesse, 2015). Pubblicazioni Monografia: Femminismo e processo penale. Come può cambiare il discorso giuridico sulla violenza maschile contro le donne, Ediesse, Roma, 2015. Articoli e papers: 1. La violence masculine à l’égard des femmes et la nécessité politique de réformes systématiques. Un cas d’étude : l’Italie, Réseau Olympe, https://olympereseauinternational.wordpress.com/2015/04/27/la-violence-masculine-a-legard-des-femmes-et-la-necessite-politique-de-reformes-systematiques-un-cas-detude-litalie/ 2. Capitolo “Un percorso attraverso la giurisprudenza dei sistemi regionali di tutela dei diritti umani”, in Stupri di guerra, a cura di Simona Larocca, Ediesse, Roma, in corso di pubblicazione 3. Capitolo “Trafficking in human beings in Italy”, in Trafficking in Human Beings - Learning from Asian and European Experiences, Konrad Adenaur Stiftung and European Union, Singapore, 2014, p. 123-134. 4. Libertà, sessualità e diritto: un percorso giuridico e culturale, nota a Trib. Roma, 7 May 2014, Pres. Liotta, Est. Di Nicola, scritto con Teresa Manente, in Questione giustizia, 21 luglio 2014. 5. Tesi di dottorato: La narrazione della violenza maschile nel discorso giuridico penale, 14 luglio 2014. 6. Capitolo: Il riconoscimento dello status di rifugiato e le persecuzioni sulla base del genere, in F. Biondi e M. Melillo (a cura di), Diritto di Asilo e protezione internazionale, Pisa University Press, Pisa, 2014, p. 133-150. 7. The criminalization of irregular immigration: law and practice in Italy, Part 1.2 and Part 3.4 and the relative Annex (pages 37-68 and 103-118), Pisa, 2013 8. The general recommendation n. 19, in “Shadow Report concerning the Sixth Periodic Report of Italy on CEDAW”, scritto con Teresa Manente, Titti Carrano, Barbara Spinelli, 6-7 luglio 2011, New York, p.130-137. 9. Il paradigma familista e la violenza di genere, in D. Amram e A. D’Angelo (a cura di), La famiglia e il diritto tra diversità nazionali ed iniziative dell'Unione Europea, I Quaderni della Rivista di diritto civile, Cedam, Padova, 2011, p. 187-200. 10. L’incompetenza territoriale nel giudizio abbreviato, in Cassazione penale, n.3/2011, p. 1074-1081. 11. L'obbligo di informazione sulle finalità del prelievo di campioni organici, in Cassazione penale, n. 11/2009, p. 4349-4354. Traduzioni: Dall’inglese all’italiano: Strategie e tecniche per l’armonizzazione della prova, autore: Sabine Gless, in G. Illuminati (ed.), Prova penale e Unione Europea, Bononia University Press, Bologna, 2009, p. 141-152.