Federica Castelli, Il pensiero politico di Nicole Loraux, IAPh Italia 2016

Nicole Loraux può essere considerata una delle più grandi e vivaci menti del panorama intellettuale contemporaneo. Storica, antropologa, classicista, filologa, ha saputo coniugare mondo antico e psicanalisi in un pensiero che, nei suoi esiti, raggiunge livelli di intenso valore politico. Coniugando lettura di genere e riflessione politica, Nicole Loraux fa parlare la classicità una lingua politica ben più ampia e generale, che arriva ai nostri giorni, pur nella ferma assunzione metodologica che colloca la grecità come alterità inassimilabile. Elaborando un discorso squisitamente politico l’autrice illustra una polis e uno spazio pubblico scisso, lontano dall’armonia razionale e dal logos, ma anzi preso tra irrisolvibili divisioni, costitutive e intrinseche – spiega Loraux – al concetto stesso di politico. Attraverso un intenso lavoro sull’immaginario e sulle rappresentazioni sociali, che Loraux rintraccia nelle pratiche di potere antiche – lavoro tanto sistematico da far parlare l’autrice di una vera e propria ideologia dell’Uno – appare come il politico trovi la propria forza e la propria essenza nella scissione e nel conflitto, configurandosi così come una politica del due. Il due della divisione, della stasis, della presa di posizione. Ma, in modo ancor più fondamentale, un due che è innanzi tutto il due della differenza sessuale.

Per scaricare il file clicca qui

Scarica qui il programma di lettura epub gratuito

Per convertire il file in .mobi, .pdf o altri formati, scarica gratuitamente Calibre.

Indice:

Introduzione – Il politico diviso di Nicole Loraux

I – Pensare l’Altro, pensare l’altrove
1- Senza ringhiera
2- Tra la cité e la polis, Freud
3- La politica del mito
4- E dunque la politica. La divisione, il conflitto, l’oblio
5- Un passo in più. La donna e le fessure della Storia

II – L’Altro, la donna
1- L’alterità come dispositivo politico
2- Pensare la differenza sessuale ad Atene
3- De-realizzazioni
4- Ancora sulla de-realizzazione

III – Il femminile come operatore politico
1- Soffrire come una donna, morire come un uomo. Il corpo virile tra maschile e femminile
2- Tra Omero, Eracle e Platone
3- L’operatore femminile

IV – Il Politico dell’Oblio
1- Alle porte sia la guerra. Il fantasma del conflitto e della divisione
2- Il Politico dell’Oblio
3- Il femminile, il conflitto. La doppia negazione del politico greco
4- Eris e il legame della divisione

Appendice – Atena. Il femminile non è una donna
1- Il femminile divino
2- Atena, dea civica par excellence

Conclusioni – Il due della politica

Bibliografia

Redazione

Del comitato di redazione fanno parte le responsabili dei contenuti del sito, che ricercano, selezionano e compongono i materiali. Sono anche quelle da contattare, insieme alle coordinatrici, per segnalazioni e proposte negli ambiti di loro competenz (...) Maggiori informazioni

Federica Castelli
Federica Castelli

Federica Castelli ha conseguito un Dottorato di ricerca presso l'Università di Modena e Reggio Emilia ed è stata assegnista di ricerca in Filosofia Politica presso l'Università Roma Tre, visiting researcher presso l'EHESS e l'Université Paris VII (...) Maggiori informazioni