Federica Castelli

Federica Castelli

Federica Castelli ha conseguito un Dottorato di ricerca presso l'Università di Modena e Reggio Emilia ed è assegnista di ricerca in Filosofia Politica presso l'Università Roma Tre. È stata visiting researcher presso l'EHESS e l'Université Paris VIII, a Parigi. È redattrice di DWF – Donnawomanfemme, rivista del femminismo romano, con cui ha iniziato a collaborare dal 2009. Dallo stesso anno fa parte della redazione di IAPh Italia. Per IAPh ha curato, assieme a Chiara Belingardi, il volume "Città. Politiche dello spazio urbano" (2016). Per iaph cura inoltre l'atelier "Forza", l'atelier "Città" e il ciclo di seminari “Lineamenti teorico-politici di femminismi, genere, differenze”, presso l'Università Roma Tre. Collabora con il Master in studi e politiche di genere dell'Università di Roma Tre, per il quale era già stata coordinatrice delle attività curriculari e delle attività seminariali (ed. 2015, 2017). Ha tradotto dal francese i volumi: J.-P. Sartre, "Tortura, diritto e libertà". (Marinotti, Milano 2018), M. Le Doeuff, "Simone de Beauvoir. La biografia di una vita e di un pensiero" (Marinotti, Milano 2013) e C. Taylor, J. MacLure, "La scommessa del laico" (Laterza, Roma-Bari 2013). Ha fatto parte delle Diversamente Occupate e del gruppo Verlan, che ha curato il volume "Dire, fare, pensare il presente", (Quodlibet, Macerata 2011). È autrice di "Corpi in Rivolta. Spazi urbani, conflitti e nuove forme della politica" (Mimesis, Milano 2015) e di "Il pensiero politico di Nicole Loraux" (IAPh Italia, Roma 2016).